08 Dec
08Dec

Video Lezione # 2

  • In commercio per l’utilizzo alimentare

 Coffea Arabica L’unica specie con 44 cromosomi, ovvero superiorità organolettica, ampio bouquet e complessità aromatica, percentuale di  caffeina  da 0,06 % 1,5 %. La coffea Arabica è fruttato, amarognolo e con una punta di acidità molto delicata, nell’espresso ha una crema sottile, il chicco è stretto e allungato, con il solco longitudinale che crea una piega sinuosa, originaria del Kaffa  situata al sudovest dell’Etiopia. Coffea Canephora O Robusta, 22 cromosomi, ha meno oli rispetto all’Arabica (solo 10-12% del chicco contro il 15-17% dell’Arabica). La percentuale di caffeina parte dal 1,7% al 4% a seconda della varietà. gusto deciso e persistente dall’aroma intenso, corposo e dal gusto cioccolatoso, nel espresso crema (schiuma) densa color nocciola persistente. Chicco piccolo, tondo e con un taglio dritto nel mezzo, originaria del Congo.

Coffea Liberica Conosciuta anche come caffè verraco o barako, costituisce circa il 2% del caffè prodotto nel mondo, ed è consumata spesso in forma liofilizzata in alcuni Paesi dell’Asia e del Sud America, Filippine ne è un grande produttore,altri paesi produttori sono Malesia, Indonesia, il gusto simile alla Canephora con sentori di affumicato non gradevoli i chicchi sono più grandi di quelli di Arabica o Robusta e impiegano circa un anno per arrivare a maturazione il colore ancora in drupa tende a essere rosso opaco avvolte giallo. La Coffea Liberica è originaria dell’Africa Occidentale e Centrale, diffusa dalla Liberia da dove prende il suo nome e ha una bassa produttività .          

  • Coltivate in specifiche Regioni Geografiche

  Coffea  Stenophylla Conosciuta anche come Highland della Sierra Leone, ha  dei chicchi grandi e rotondi i quali arrivando a maturazione diventano di colore violaceo, il suo gusto è leggero e soave quasi paragonato al gusto del tè, con un contenuto basso di caffeina, questa specie è originaria dell’Africa occidentale.    Ed altre come: Coffea  Racemosa Originaria del Mozambico, è un caso peculiare perché perde le foglie durante la stagione secca. Coffea  Mauritiana Chiamata anche caffè marrone delle Mauritius. Coffea  Charrieriana  Originaria del Camerun, è priva di caffeina.


Secondo la KEW Royal Botanics Gardens  Specie: Abbayesii, Affinis, Alleizettii, Ambanjensis, Andrambovatensis, Ankaranensis, Arenesiana, Bakossii, Bertrandii, Betamponensis, Boiviniana, Bonnieri, Brevipes, Bridsoniae, Buxifolia, Carrissoi, Commersoniana, Congensis, Costatifructa, Coursiana, Dactylifera, Decaryana, Dubardii, Eugenioides, Fadenii, Farafanganensis, Fotsoana, Fragilis, Gallienii, Grevei, Heimii, Heterocalyx, Homollei, Humbertii, Humblotiana, Humilis, Jumellei, Kapakata, Kianjavatensis, Kihansiensis, Kimbozensis, Kivuensis, Lancifolia, Leonimontana, Leroyi, Liaudii, Liberica, Ligustroides, Littoralis, Lulandoensis, Macrocarpa, Magnistupola, Mangoroensis, Manombensis, Mauritiana, Mayombensis, Mcphersonii, Millotii, Minutiflora, Mogenetii, Mongensis, Montekupensis, Monti -sacri, Moratii, Mufindiensis, Myrtifolia, Perrieri, Pervilleana, Pocsii, Pseudozanguebariae, Racemosa, Rakotonasoloi, Ratsimamangae, Resinosa, Rhamnifolia, Richardii, Sahafaryensis, Sakarahae, Salvatrix, Sambavensis, Scliebenii, Sessiliflora, Stenophylla, Tetragona,Tricalysioides, Tsirananae, Vavateninensis, Vianneyi, Vohemarensis, Zanguebariae.  

10Dec
Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.